Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Roma Caput Mundi - Una città tra dominio e integrazione

La Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma racconta per la prima volta, attraverso una mostra, la storia dell’espansione politica e culturale dell’antica Roma. Un progetto ambizioso, senza precedenti, che esplora due aspetti - dominio e integrazione - nell'intento di trasmettere al grande pubblico una visione poliedrica del mondo romano.

La mostra "Roma caput mundi. Una città tra dominio e integrazione" intende cogliere la ricchezza e la varietà di una storia «unica» soprattutto per le sue armoniche contraddizioni. Il Colosseo, la Curia Iulia e il Tempio del Divo Romolo nel Foro romano, sono le sedi in cui si articola il percorso espositivo: dalle origini di Roma alla conquista dell’Italia e delle province; gli influssi culturali e religiosi; schiavitù e melting-pot etnico; visioni antiche e moderne.

Sono più di un centinaio le opere scelte per narrare una storia complessa e affascinante, percepita ancora oggi dall'opinione diffusa nell’immaginario collettivo - in Italia come nel resto del mondo - secondo stereotipi ricorrenti, molto influenzati da ideologie e esperienze politiche dell'età contemporanea (dalla Rivoluzione francese al fascismo).

Questo fenomeno trova un riflesso immediato nei romanzi storici e soprattutto nel  cinema, cui viene dedicata un’intera sezione: i Romani sono regolarmente rappresentati come un popolo violento e sadico, razzista, privo di motivazioni che non siano l'esercizio e il rafforzamento del loro dominio, lo sfruttamento delle altre genti, la repressione del dissenso politico e delle religioni dissonanti.

Fino al 10 marzo 2013 presso Area archeologica Foro Romano / Palatino Colosseo Anfiteatro Flavio - Ulteriori informazioni qui